Comunicato stampa Comitato Si alla Famiglia di Caltanissetta
Commenti disabilitati su Comunicato stampa Comitato Si alla Famiglia di Caltanissetta

Comunicato stampa Comitato Si alla Famiglia di Caltanissetta

Attualità

Comitato-Si-FamigliaAbbiamo appreso con un certo disappunto che venerdì 8 c.m. presso la biblioteca comunale Scarabelli di Caltanissetta è previsto un “incontro/dibattito” sul ddl “Cirinnà” organizzato dal PD.
Il disappunto nasce dall’amara costatazione che i relatori siano anche tra i firmatari ed i principali sostenitori del testo originario del ddl “Cirinnà”, che all’art. 5 con la “stepchild adoption” avrebbe legittimato “de facto” la pratica della “maternità surrogata”: i senatori Sergio Lo Giudice e Giuseppe Lumia.
Ci poniamo anche alcune domande.
Chissà se sarà eventualmente possibile intervenire dalla platea per rivolgere “scomode” domande ai relatori ed avanzare anche dubbi e perplessità, o si rischia di far la fine che han fatto centinaia di pacifiche “Sentinelle in piedi” in tutta Italia e cioè essere presi a colpi di uova, urla, spintoni e violenze dai “democraticissimi” gruppi LGBT?
Ci chiediamo anche a che titolo l’assessore alla cultura dott.ssa Castiglione abbia deciso di intervenire all’evento ed in particolare se la sua presenza voglia rappresentare la posizione ufficiale dell’amministrazione Ruvolo in merito al ddl Cirinnà o sarà li a dibattere eventualmente da “altre posizioni” in un incontro così chiaramente orientato ? Ed se non svolgerà questo ruolo non vi era altro da fare in una città che sta letteralmente affondando ?
Vorremmo infine chiedere all’assessore Marina Castiglione se come donna non possa provare un certo disagio di fronte al senatore Lo Giudice che assieme al “marito” il nisseno Michele Giarratano ha acquistato un figlio affittando l’utero di una donna.
E chi tra i presenti, a far parte del coro, al pomeriggio nel PD locale, ritenesse di essere ” credente” si sente proprio al massimo della coerenza?
Ci chiediamo inoltre se la nostra assessora alla cultura sia a conoscenza del fatto che più di 200 personalità italiane del femminismo, della cultura, dell’arte, del cinema, della letteratura e del sociale hanno firmato un manifesto contro la pratica dell’utero in affitto. E si tratta di nomi importanti. Tra tutti Dacia Maraini, Cristina Comencini, Giuseppe Vacca presidente della “Fondazione Gramsci”, Aurelio Mancuso esponente di spicco dell’associazionismo gay.
Ci chiediamo infine cosa pensino i dirigenti ed i tesserati del PD nisseno – assessora compresa — del fatto che una personalità PD come Livia Turco abbia definito quella della “maternità surrogata” o “utero in affitto” “una PRATICA semplicemente ABOMINEVOLE”.

Comitato “Si alla Famiglia”
Caltanissetta

Back to Top